Siamo di fronte ad una recessione double dip? Segni noi non possiamo ignorare

lenta ripresa economica con una recente caduta del PIL suggerisce verso la probabilità di una seconda recessione per l’economia statunitense. Quindi, siamo davvero diretti per una doppia recessione?
Anche se la recessione negli Stati Uniti si è conclusa nel luglio 2009 secondo gli economisti, sembra che ci sia una lenta ripresa dai suoi effetti. Il tasso di disoccupazione è ancora alto, mentre la spesa dei consumatori mostra una crescita molto passiva. Sembra che l’economia è in procinto di entrare in una seconda recessione, un double-dip. Forse, è per questo che molti americani non riescono a riconoscere la fine della recessione precedente che ha colpito gli Stati Uniti nel dicembre 2007, mentre ci sono altri che credono che l’economia è in un periodo di depressione. Ma, potrebbe biasimarli? Un’era di recessione che abbraccia più di due anni significa che l’economia è in depressione.

Doppia recessione è una situazione in cui l’economia deve affrontare una nuova recessione poco dopo aver recuperato da quella precedente, a causa di una crescita negativa del PIL.

Durante il periodo di recupero da una recessione, l’economia ha una probabilità del 50% di ricadere in una crescita negativa e di fronte ad una doppia recessione. Sappiamo tutti, due trimestri di crescita negativa del PIL è essenzialmente riconosciuto come la recessione.

10 segni di una doppia recessione

Alto costo del carburante

L’escursione dei prezzi del petrolio ha testimoniato in tutto il mondo post il Spill BP Gulf Oil ha messo le economie di tutto il mondo in condizioni di stress. Negli Stati Uniti, i prezzi del petrolio hanno mostrato una tendenza al rialzo a differenza della lenta crescita economica abbiamo sperimentato dopo la crescita nel primo trimestre del 2010. Questo ha colpito le diverse aziende direttamente e indirettamente a causa della loro dipendenza dai trasporti. fornitura limitata di combustibile accoppiata con forte domanda è destinata ad aumentare ulteriormente i prezzi in futuro.

Aumento dei prezzi alimentari

I prezzi dei prodotti alimentari sono raddoppiati. Avete notato come il vostro hamburger sono sempre più magri mentre i prezzi continuano a farsi rivisti ogni pochi mesi con un aumento del 5% al ​​10%? Il pane costa 11,3% in più, il prezzo del formaggio cheddar sono cresciute del 20,8% e carne macinata è più costoso del 15,1% di quanto non fossero nel 2010. I generi alimentari, caffè, prodotti alimentari sul menu e tutto il resto che si mangia sta mostrando un graduale, ma un forte aumento dei prezzi. Come sapete, i prezzi alimentari direttamente corrispondono alla variazione del prezzo del petrolio, tuttavia, i livelli di reddito mostrano una tendenza opposta. Ogni famiglia spende decisamente sui prodotti alimentari e l’aumento dei prezzi dei generi alimentari stanno diventando una questione ancora più importante di preoccupazione rispetto a prima. Dal 2005, i prezzi alimentari sono aumentati molto bruscamente. Il prezzo dei generi alimentari è aumentato di almeno il 3,5% in media rispetto all’anno scorso. Entro il prossimo anno, questa cifra potrebbe essere alto come il 5% o 6%. Vai a cercare il tuo coupon!

Alto tasso di disoccupazione

Per opportunità di lavoro per aumentare, l’economia ha bisogno di una crescita del PIL di almeno il 3% per combattere la disoccupazione. Tuttavia, la crescita del PIL nel primo trimestre del 2011 è stato registrato a 0,4%, mentre nel complesso è stato dello 0,8% per la prima metà dell’anno. Sembra che il deficit di lavoro creato dalla recessione precedente non è stato compilato il periodo di recupero. statistiche freschi come di Agosto 2011 hanno registrato un tasso di disoccupazione del 9,1%, secondo l’US Bureau of Labor Statistics. Aumento della produttività del presente forza lavoro impiegata e la meccanizzazione della maggior parte dei posti di lavoro che le persone sono stati licenziati dalla nel periodo di recessione, ha reso ancora più difficile da far scendere il tasso di disoccupazione sotto il 9%, quando il 6% avrebbe dovuto essere il tasso per l’economia recuperare.

Mercato immobiliare Fragile

Stati come Nevada, California e Arizona hanno sperimentato un tuffo dei prezzi delle abitazioni di ben il 50% dal 2007-2009 recessione. indisponibilità di credito e mutui non pagati pesanti hanno stimolato una caduta persistente dei prezzi degli immobili. Sono ulteriormente dovrebbero scendere del 10% in tutto gli Stati Uniti a causa di 2 milioni di case, che sono state precluse dal 2008, non sono ancora stati rilasciati nel mercato immobiliare. Anche se foste interessati ad acquistare una casa, il pagamento verso il basso sarebbe alto come il 20%, in media. Questo non solo ha influenzato il bilancio familiare dei proprietari di queste case, ma anche molte persone hanno perso posti di lavoro nel settore immobiliare e delle costruzioni. Questo ha anche costretto la popolazione anziana (oltre i 65 anni), per continuare con il loro lavoro, come ora è difficile fare affidamento sul loro case per prendersi cura di piani di pensionamento.

Aumento Debiti Costo

Diminuzione dei profitti netti, aumentando il costo delle strutture sanitarie e di sicurezza sociale e di indisponibilità del credito, devo aggiungere altro? Attualmente, il tetto del debito per gli Stati Uniti è pari a circa $ 14,294 miliardi di dollari. Questo sarà ulteriormente spinto i tassi di interesse aumentano e aumentano il costo del denaro. Inoltre, i prestiti sono diventati difficili per le piccole imprese a procurarsi perché le banche sono ormai diventati diffidenti nei confronti di imprese che hanno meno clienti. Ciò è ulteriormente rallentando la crescita economica, perché le piccole imprese sono molto importanti per guidare il PIL dell’economia. Inoltre, la spesa pubblica è notevolmente diminuito, riducendo eventuali benefici o disposizioni che avrebbero potuto essere reso disponibile in tempi economicamente difficili tali.

La spesa a basso consumo

L’inflazione spinge un aumento del risparmio da parte dei cittadini di una nazione. Il precedente recessione ha spinto gli americani a caricare i loro salvadanai e ridurre la loro spesa. pagamenti ad alta ipotecari sono già bancarotta una parte della popolazione e altri ancora lottare con basso reddito. Con una mancanza di posti di lavoro e di reddito più basso, la fiducia dei consumatori è stato costantemente diminuendo, che colpisce la spesa dei consumatori. Per quelli di noi a conoscenza di questo piccolo fatto, il 70% della popolazione americana sono i consumatori! Tuttavia, anche dopo la recessione, il periodo di recupero assistito a una crescita del languido dei consumi a causa della loro mancanza di fiducia nella stabilità dell’economia in futuro. Lo sapevi? La spesa dei consumatori è cresciuta dello 0,1% nel secondo trimestre di quest’anno in quanto il primo.

Crisi del debito

Ad una crescita del 2%, il deficit del bilancio federale non è abbastanza affidabile per salvare più posti di lavoro. Il deficit può essere ridotto dal governo, anche quando la spesa dei consumatori è carente, mentre l’economia non mostra segni di un periodo di boom. Ci sono già state le previsioni di ulteriori posti di lavoro off-laici anche quest’anno come il prossimo. Non sembra che il governo sarebbe in una posizione abbastanza comoda per fornire un cuscino per voi fino a quando si è disoccupati, perché un terzo della popolazione disoccupata è stata in grado di trovare un posto di lavoro da un anno! Cina ed Europa hanno inasprito la disponibilità di credito internamente esternamente, con gravi ripercussioni volume degli scambi degli Stati Uniti ai suoi due principali partner commerciali. La crisi del debito è evidente con la crescente pressione fiscale sull’economia.

l’aumento dell’inflazione

tentativi falliti del governo a contenere l’aumento del trend dell’inflazione è in gran parte influenzato la fiducia dei consumatori. Ora sono inclini verso risparmiando di più e spendendo meno. Questo sembra essere un brutto momento per gli investimenti anche come i rendimenti sembrano essere inferiori rispetto al passato. Inoltre, aumentare nel costo del cotone colture hanno aumentato il costo di abbigliamento, a sua volta. Il tasso di inflazione è stato registrato al 3,6% per il mese di luglio 2011, il più alto di quest’anno fino ad ora. La nostra economia può benissimo essere restringendo. Forse, questa era sarà solo rivelarsi una depressione.

Bassi rendimenti di investimento

La crisi del debito in Europa e ‘rallentamento economico’ della Cina, ha colpito il flusso di capitale nell’economia. Il mercato azionario ha anche mostrato una tendenza spirale verso il basso dal suo recupero post recessione 2007-2009. Gli investitori sono preoccupati che le istituzioni finanziarie europee potrebbero avere bisogno di salvataggi. Ciò avrà un effetto negativo sulla valutazione di Euro e può diffondersi al dollaro. Il governo ha cercato davvero difficile tenere i tassi di interesse vicini allo zero per cento, nel tentativo di incoraggiare la spesa pubblica. Ma, questo è venuto come una brutta notizia per gli investitori che sono già sconvolto dalla crescita Dow 1% nel 2011. Come indice S & P 500 si riduce troppo, investire il vostro denaro in out-of-money ‘mettere’ opzioni. Forse, investendo nei mercati azionari esteri e ad alto dividendo scorte rendimento o tesorerie a dieci anni che promettono un rendimento del 3%. Come investitore, il primo istinto potrebbe essere quello di investire in oro, però, l’oro non più resta da essere una scelta molto sicuro per gli investimenti, come il suo valore è stato in costante aumento con argento e ci sarà probabilmente un effetto bolla, rendendolo vulnerabile all’inflazione. Quello che sembrava un pieno recupero di due quarti, abbiamo sperimentato inviare la recessione, era in realtà il nostro governo a stampare moneta in cumuli e limiti per stimolare la circolazione di denaro nell’economia. Ma, anche che non è riuscito a lavorare per noi ora.

Industria automobilistica Lay-off

Anche se le aziende come le Big Three – General Motors, Chrysler e Ford, potrebbero aver fatto un recupero dalle perdite subite nell’ultima recessione, l’industria automobilistica ha probabilmente reso questi profitti riducendo i costi operativi e di gestione attraverso licenziamenti, ulteriore ampliamento il divario tra occupati e disoccupati. I costi del carburante sono ancora una minaccia per le vendite di auto e molte aziende automobilistiche possono assistere a una crescita del diminutivo degli utili nei prossimi trimestri che hanno trascurato la produzione di basso costo vetture risparmio di carburante. Anche se le vendite di auto hanno cominciato a raccogliere oggi e auto-aziende come Toyota, Honda e Volkswagen hanno iniziato ad assumere di nuovo la gente, continuando scarsa fiducia dei consumatori e il segnale di spesa un plateau nelle vendite. Peggio ancora, le persone sono ora tagliando in viaggio per risparmiare sul costo del carburante. Stati Uniti era una volta il più grande mercato automobilistico del mondo a causa della Cina ha recentemente ammesso il suo posto. In realtà, la maggior parte l’aumento dei volumi di vendita di automobili di quest’anno può essere attribuito ai nuovi acquirenti di veicolo attratti dalla espedienti di vendita che influenzano le decisioni di acquisto dei consumatori. Ma, questa crescita potrebbe cadere di nuovo in 6 mesi.

Storia di doppia recessione

Il verificarsi di una ricaduta è molto raro con i soli avvistamenti nella storia economica degli Stati Uniti di essere gli anni 1913, 1920 e il periodo di 1980-1982. L’economia americana ha affrontato 33 recessioni in tutto. Ma, con la recessione del 1980 dopo la seconda guerra mondiale, che è durato per due quarti, è venuto il grande passo flessione di disponibilità di credito per finanziare prestiti esterni. Tuttavia, è iniziato mostrando il recupero nel 1981, ma la crescita del PIL improvvisamente ha mostrato una tendenza caduta nell’ultimo trimestre dello stesso anno. La seconda recessione persisteva per 2 quarti di nuovo, fino a quando gli Stati Uniti finalmente stabilizzato il suo alto tasso di inflazione e tassi di interesse. Tuttavia, anche se il governo ha rimboccati le maniche per garantire che fenomeno non ripete entro il 2012, i tassi di disoccupazione restano elevati, segnalando a basso reddito e le tendenze di spesa dei consumatori.

Con 13,3 milioni (statistica per dicembre 2011) ancora disoccupati americani dopo la recessione del dicembre 2007, sembra che la seconda recessione è presto per arrivare negli Stati Uniti. Ma, può anche essere solo una ripresa senza lavoro a causa della quale rimaniamo nel timore che una seconda recessione può essere strisciante su economia americana. Tuttavia, come l’economia comincia a stabilizzare e tornare al suo stato precedente, che potrebbe non necessariamente accadere. In particolare, può anche essere molto ben evitata dal governo con l’introduzione di sussidi di disoccupazione a breve termine, la stabilizzazione dei prezzi e la riduzione delle aliquote fiscali.