Il Rapporto di riacquisto delle azioni: Il Settore Beni di prima necessità

Il settore beni di consumo è composta di settori tra cui alimentari, bevande, prodotti per la casa, prodotti personali e tabacco. La domanda di queste categorie di prodotti è generalmente meno esposta ai cicli economici, perché sono per lo più piccole-biglietto beni di prima necessità. disponibilità di capitale e le valutazioni azionarie sono i determinanti principali di riacquisto nel settore, anche se i volumi di riacquisto sono stati relativamente stabili tra il 2006 e il 2015. Gli investitori devono aspettarsi continuato lieve calo in riacquisti nel 2016, in condizioni economiche e di mercato, non sono alterati drasticamente. Le più grandi aziende del settore dovrebbero essere i driver più importanti dell’attività di riacquisto.

Riacquisti nel tempo

Condividi riacquisto nel settore dei beni di consumo è stabile nel tempo rispetto alla maggior parte degli altri settori 2006-2015. Riacquisti sono stati anche un elemento più importante di allocazione del capitale nel settore dei beni di consumo che in diverse altre categorie. esborsi riacquisto del settore erano $ il 47,7 miliardi nel 2007, scendendo a $ 40 miliardi nel 2008. Questo calo è stato meno estrema rispetto a quelli nei settori finanziario o materiale, che sono più ciclici. beni di consumo sono stati pizzicati nel 2009, con $ 23 miliardi di riacquisti come la recessione ha minacciato la stabilità economica. Bassi tassi di interesse, la stabilità economica e le valutazioni azionarie economici contribuito a guidare decade-alto riacquisto di azioni nel 2010, che ha raggiunto il 51,3 $ miliardi di dollari. Dal 2011 al 2015, riacquisti annuali variava da $ il 37,6 miliardi a $ il 46,6 miliardi di dollari, lento declino come le valutazioni azionarie sono aumentate. Questa gamma è relativamente stretta, indicando l’importanza ampia e sostenuta dei riacquisti in molti membri del gruppo.

Riacquisti di società

Tutte le ricompratori più attivi di azioni nel settore dei beni di consumo sono stati tra i più grandi società nel corso del decennio che si è conclusa nel 2015. The Procter & Gamble Company (NYSE: PG) ha portato il settore, il riacquisto di $ 68,3 miliardi di azioni. Con un Maggio 2016 capitalizzazione di mercato di $ 221.000.000.000, è stata la più grande azienda nella categoria. Wal-Mart Stores Inc. (NYSE: WMT) ha seguito Procter & Gamble con il 58,5 $ miliardi spesi in riacquisto. Philip Morris International Inc. (NYSE: PM) ha avuto un maggio 2016 capitalizzazione di mercato di $ 155.000.000.000 e ha riacquistato $ 40 miliardi del proprio magazzino nel corso del decennio. PepsiCo Inc. (NYSE: PEP) e la Coca-Cola Company (NYSE: KO) hanno completato i primi cinque in attività di riacquisto, spendendo $ il 35,8 miliardi di dollari e $ 31500000000, rispettivamente. La più piccola di queste aziende era PepsiCo, che aveva una capitalizzazione di mercato $ 152.000.000.000 a partire dal maggio 2016.

valori anomali degni di nota di questo includono Altria Group Inc. (NYSE: MO) e la Kraft Heinz Company (NASDAQ: KHC). Entrambe le aziende sono stati tra i più grandi del settore, con $ 123.000.000.000 capitalizzazione di mercato del Gruppo Altria e Kraft Heinz di $ 102.000.000.000 a partire dal maggio 2016. Altria ha riacquistato solo $ 6 miliardi del proprio magazzino, che è basso rispetto ai suoi coetanei di dimensioni analoghe. Kraft Heinz era un outlier estrema con solo $ 800 milioni spesi per riacquisti nel corso del decennio.

Outlook

Le previsioni degli analisti per la chiamata settore beni di consumo per la crescita degli utili del 2,5% e una crescita del fatturato inferiore all’1% nel 2016. Il settore è stato uno dei più forti interpreti nei primi mesi del 2016, nonostante questa prospettiva molto modesto, in conseguenza di capitali che scorre lontano da titoli azionari ad alto rischio, come le prospettive economiche mondiali ha cominciato a acida. Le obbligazioni spesso diventano un rifugio per capitali in queste circostanze, ma un ambiente estremamente basso dei tassi di interesse anche spinto gli investitori da titoli a reddito fisso.

Mentre queste condizioni fanno ben sperare per le prospettive di apprezzamento delle scorte beni di prima necessità, questo non è favorevole ai volumi di pronti contro termine pesanti. Il rallentamento della crescita economica e degli utili poco stimolanti prospettive di crescita creare incertezza finanziaria che probabilmente portare a strategie di allocazione del capitale conservatori. Allo stesso tempo l’aumento valutazioni azionarie nel settore dei beni di consumo saranno aggravare l’allocazione del capitale conservatore, le azioni diventano più costosi di riacquisto. Supponendo che le attuali condizioni sono sostenuti nei prossimi anni, gli investitori dovrebbero aspettarsi lieve calo a Staples riacquisti di consumo, guidati dai più grandi aziende. Una recessione è l’evento più probabile che potrebbe portare ad una deviazione drastica dei primi del 2016 traiettoria.