Costruire un portafoglio All-ETF

La crescita del settore dei fondi azionari (ETF) è stato notevole dopo la sua introduzione di massa nei primi anni 2000, e il numero di ETF continua ad espandersi ogni anno. L’emergere del veicolo di investimento è stato grande per gli investitori, come le nuove opportunità a basso costo sono ora disponibili per quasi tutte le asset class nel mercato. Tuttavia, dall’altro lato, gli investitori ora deve fare i conti con spulciando tra oltre 4.300 ETF che sono attualmente disponibili, e questo può essere un compito estremamente arduo per l’investitore fine settimana. Il resto di questo articolo vi aiuterà a cogliere le basi di ETF e vi darà un’idea di come si può costruire il proprio portafoglio di all-ETF (Vedi anche: Exchange Traded Funds Tutorial).

I vantaggi di un portafoglio ETF

La ragione migliore che un investitore considererebbe un ETF su un titolo è la diversificazione istantanea. Ad esempio, l’acquisto di un ETF che traccia un indice di servizi finanziari che darà la proprietà degli investitori in un paniere di titoli finanziari rispetto a una singola azienda. Come il vecchio cliché va, non si vuole mettere tutte le uova in un paniere. In quanto tale, un ETF può guardia contro la volatilità a un certo punto, persino alcuni stock all’interno della caduta ETF. La rimozione del rischio specifico della società è il fattore più importante per la maggior parte degli investitori.

La differenza tra ETF e fondi comuni di investimento si riduce a costi e la trasparenza. Le commissioni di gestione sono in genere inferiori per gli ETF rispetto ai fondi comuni di investimento comparabili. Inoltre, la maggior parte degli ETF sono gestiti passivamente. Meno dell’1% del totale delle attività ETF nel 2015 era legato a una gestione attiva. Fondi comuni di investimento, tuttavia, sono più spesso gestiti attivamente. Poiché i fondi gestiti attivamente non comunemente battere la performance degli indici, ETF rende senza dubbio una migliore alternativa a gestione attiva, costo elevato fondi comuni di investimento.

Un altro vantaggio è l’esposizione un ETF può dare un portafoglio di asset class alternative, come le materie prime e valute. Gli investitori possono ora giocare il mercato dei futures, così come il mercato del forex con gli ETF che il commercio proprio come singoli titoli (Vedi anche: Fund (ETF) Investire negoziati in borsa).

Scegliere l’ETF Destra

Nel determinare quali ETF è la migliore per il tuo portafoglio, ci sono alcuni fattori che devono essere considerati. Anche se la maggior parte le tasse sugli ETF sono bassi, non ci saranno differenze tra ETF comparabili e deve essere un fattore nella decisione finale. Quasi altrettanto importante è la composizione della ETF.

Il nome da solo non è abbastanza informazioni per basare una decisione in merito. Diversi gli ETF sono costituiti da titoli legati all’acqua. Tuttavia, quando le prime posizioni di ciascuno sono analizzati è chiaro che ogni ETF adotta un approccio diverso al accedendo settore di nicchia perché le azioni che compongono l’ETF sono molto diversi tra loro. Per esempio, un ETF può essere composta dei servizi idrici e il concorrente avrà scorte di infrastrutture come i migliori titoli. La messa a fuoco molto diverso si tradurrà in rendimenti diversi.

Naturalmente, la performance passata non è sempre indicativo di risultati futuri. Tuttavia, è importante confrontare come ETF simili sono esibiti contro l’altro. Altri fattori meno importanti da considerare sono la quantità di beni l’ETF ha in gestione, il volume medio giornaliero e l’offerta / ask spread dell’ETF. L’ammontare del patrimonio in gestione è importante perché un ETF con bassi livelli potrebbe essere in pericolo di chiusura, una situazione gli investitori vogliono evitare. Il volume medio giornaliero potrebbe essere un problema per l’acquisto / vendita di grandi quantità di azioni perché sposterà il bid / ask spread. Infine, una vasta bid / ask spread è un altro display di bassa liquidità, e sarà più costoso per gli investitori (Vedi anche: le basi del bid-ask spread)

La costruzione del portafoglio ETF

Il primo passo nella costruzione del portafoglio all-ETF è quello di assicurarsi che tutte le classi di attività sono inclusi per creare la diversificazione. Ecco un suggerimento di come un investitore può costruire un portafoglio ETF, concentrandosi su tre aree.

1 La prima area è ETF settoriali che si concentrano su settori specifici, come dati finanziari o l’assistenza sanitaria. Gli investitori dovrebbero scegliere fino a tre diversi ETF, preferibilmente da diversi settori e non correlati. Ad esempio, la scelta di un ETF biotech e un ETF dispositivo medico non sarebbe reale diversificazione. Il processo decisionale per gli ETF settoriali dovrebbe essere basata sui fondamentali (valutazione dei settori), fattori tecnici e prospettive.

2. La seconda area è ETF internazionali che coprono tutte le regioni dei mercati emergenti ai mercati sviluppati. L’ETF può tenere traccia di un indice che investe in un singolo paese ad esempio la Cina, o potrebbe investire in una intera regione ad esempio l’America Latina. Simile ai ETF settoriali, la scelta può essere basata sui fondamentali e fattori tecnici. E ‘anche importante guardare la composizione di ciascun ETF, per quanto riguarda i singoli titoli e l’allocazione settoriale. Fino a tre ETF può compensare questa porzione del portafoglio.

3 La terza area è ETFS Commodity, una parte importante del portafoglio o degli investitori. Tutto da oro per il cotone al mais possono essere monitorati con ETF o il loro cugino, note exchange-traded (ETN). Gli investitori che credono di essere abbastanza esperti possono scegliere gli ETF che replicano singole merci. Tuttavia, singole merci possono essere estremamente volatili, e non rientrano in più tolleranza al rischio degli investitori.

Si noti che queste sono semplicemente suggerito aree su cui concentrarsi, alcuni investitori potrebbero preferire per investire in ETF valuta sopra gli ETF dei mercati emergenti, è tutta una questione preferenze. (Vedi anche: profitto da Forex con valuta ETF)

Attuazione del Piano

Una volta che avete deciso gli ETF di includere nel portafoglio, il passo successivo è quello di iniziare a costruire le posizioni. Dal momento che la tempistica è molto importante quando comprare e vendere gli ETF e le scorte, mettendo tutti gli ordini di acquisto in un giorno non è una strategia prudente. Idealmente, si vorrebbe guardare i grafici per il supporto e cerca sempre di acquistare nei giorni in cui l’ETF è giù. Questo è difficile da fare, ma si andrà a beneficio voi alla fine. Va bene, se ci vogliono diverse settimane per raggiungere l’allocazione del portafoglio desiderato, dal momento che la pazienza è la chiave.

Una volta che una posizione è stata stabilita, il primo ordine del giorno è quello di mettere un ordine di stop loss che limiterà tutte le perdite potenziali. La stop-loss dovrebbe essere non più grande di 20% al di sotto del prezzo di entrata originale. Inoltre, se si ha la fortuna di scegliere un ETF vincente, la stop-loss dovrebbe essere spostato più in alto, di conseguenza.

Morale della Storia

Ora che avete un’idea di come costruire il proprio portafoglio di all-ETF, il passo successivo è quello di tenere il passo con le prestazioni dei singoli ETF. Ogni trimestre, il portafoglio dovrebbe essere analizzato per determinare se le posizioni offrono il miglior rapporto premio-a-rischio. Se la risposta è no, è il momento di vendere e sia passare alla cassa o acquistare un nuovo ETF che si adatta al rischio gli obiettivi e la tolleranza del portafoglio. Nel corso del tempo, ci saranno alti e bassi, ma un portafoglio ETF a basso costo dovrebbe facilitare la volatilità e aiutarvi a raggiungere i vostri obiettivi di investimento.