Che cosa è un buon FICO Score

Alcuni concetti relativi al punteggio di credito e ciò che costituisce un buon punteggio FICO è stato discusso qui.
Alla fine del 1950, prestito sottoscrizione era diventata piuttosto complessa nel settore del credito. Inoltre, l’introduzione di servizi orientati al consumatore, quali carte di credito e scoperto di conto bancario per gli individui, ha reso le cose più difficili. Sulla scia di un tale scenario, la necessità di elaborare un sistema per determinare merito di credito di una persona, è stato percepito. FICO punteggio da Fair Isaac Corporation è stata introdotta nel 1978, che ha facilitato la sottoscrizione di prestiti, carte di credito e scoperto di conto bancario.

Il punteggio FICO, è fondamentalmente una formula che viene utilizzato per ottenere un punteggio di credito, che in realtà, è un rating. Il punteggio di credito è calcolato utilizzando una formula che è stato messo a punto da FICO (da cui il nome). La formula considera la storia di pagamento del consumatore, passività correnti, la lunghezza totale del credito storia, nuovi finanziamenti e, infine, i diversi tipi di crediti, che sono stati utilizzati. Anche se questa cifra non è l’unico fattore considerato da un creditore di approvare un certo prestito o di credito. Ciò è dovuto al fatto che il processo di prestito omologazione e il tasso di interesse, o aprile, vengono determinate con l’ausilio di questo punteggio, ea quanto è. Ergo, quanto costoso il prestito sarà, è deciso dal punteggio di credito. Ne consegue che avere un buon punteggio di credito rende la vita più facile.

Nozioni di base di un buon FICO Score

La definizione di un buon punteggio di credito, è davvero dinamica e si è evoluto nel tempo. La tabella che segue illustra l’interpretazione della scala di valutazione del punteggio di credito da FICO. L’algoritmo punteggio standard FICO fornisce un’uscita, che compreso fra 500 e 850.

punteggio RangeRating
760 a 850Excellent Valutazione
700 a 759Great Valutazione
660 a 699Good Valutazione
620 a 659Fair Valutazione
580 a 619Poor Valutazione
500 a 579Very Poor Valutazione

Questi intervalli non stanno andando a cambiare, però, i punteggi che vengono prescritti per le qualifiche, stanno per cambiare drasticamente. Questo cambiamento è cautelare in natura che è stata avviata dopo la crisi dei sub-prime che è ancora sfuggente dall’economia degli Stati Uniti. Così, la condizione per l’approvazione, o punteggio prerogativa, che è necessario per ottenere un prestito detto è cambiato. In uno scenario in cui il debito cattivo è diventato luogo comune, abbattendo le grandi società finanziarie, questo doveva succedere. Ottenere un prestito è diventato più difficile, ma non impossibile. Un buon punteggio di credito vi offre linee di credito più conveniente.

Approvazione e un buon FICO Score

Ora, come detto sopra, la scala punteggio di credito non sta per cambiare, tuttavia, i punteggi necessari sarebbero diverse. La connotazione comune che 660-699 è un ‘buon’ punteggio di credito rimane lo stesso. Tuttavia, come per le Federal Housing Administration (FHA), le linee guida di Freddie Mae e Fannie Mae, il punteggio di credito requisito minimo per ottenere un mutuo ipotecario con un 3,5% di acconto è di 500. Dal momento che questo è un governo aided / prestito sostenuto, il punteggio requisito è giù a 500, tuttavia, le banche come Wells Fargo e Bank of America, che sono le più grandi banche per mutui ipotecari, hanno iniziato i punteggi più esigenti, superiore a 620/640 .

Per i prestiti più grandi, come, mutui, prestiti auto e prestiti immobiliari, i requisiti sono state fatte più severe. Nel processo di approvazione, il reddito, le altre passività, e il numero totale delle carte di credito vengono considerati dagli istituti di credito. Questo passaggio è stato avviato per evitare alcuni dei problemi comuni riscontrati, durante la crisi sub-prime. Questo passaggio consente di evitare qualsiasi tipo di prestiti sub-prime. Il rischio è quindi coperto, probabilità di default viene frenato e un notevole volume di ritorno assicurato. I prestiti più piccoli sono comunque abbastanza facile da ottenere e il requisito di punteggio di credito è del tutto trascurabile, con la maggior parte degli istituti di credito chiedendo un buon reddito e un rating di circa 400. Come un parere personale mi sento di raccomandare di evitare tali prestiti, in quanto il tasso di interesse si rivelerà essere molto costoso.

Una buona gamma FICO inizia a circa 660, tuttavia, è sempre meglio aspirare verso il marchio 850, che è il più alto. Questo richiederà un po ‘di tempo e il modo migliore per raggiungere il punteggio più alto di credito possibile è il piano di tutte le entrate e le spese in modo corretto.