Carry trade spiegato

Potreste aver sentito la parola, portare il commercio, ma non può sapere che cosa significa. In questo articolo, abbiamo spiegato questa forma di investimento in termini profani.
gergo finanziario è notoriamente difficile da decifrare e capire. Nella maggior parte dei casi, la spiegazione di un analista finanziario economista o semplicemente non è comprensibile per i laici, che riescono a stento a capire la differenza tra azioni e fondi comuni di investimento, o debito e di capitale. Quindi, se siete come me, che viene irrimediabilmente confuso in parole come fondo di investimento sistematica, collaterale, un patrimonio netto negativo, invertire mutui e crisi del credito, allora avete bisogno di guardare al di là del gergo per capire questi termini.

Tra i criteri utilizzati dalla giuria per scegliere i candidati definitivi rientrano:

Carry trade, in parole povere, si intende l’indebitamento una moneta che ha un basso tasso di interesse e convertirlo in un elevato interesse rendimento di valuta, e poi prestarlo. Si tratta di un modo estremamente rischioso di fare denaro facile, in quanto il mercato valuta è molto volatile in natura.

In sostanza, si compone di prendere in prestito denaro a un tasso più conveniente e investire da qualche parte si può guadagnare rendimenti più elevati da. Ad esempio, un investitore prende in prestito denaro in una valuta a basso tasso di interesse, come lo yen giapponese o franco svizzero, e poi investe in una valuta rendimento più elevato come il dollaro statunitense. Le persone acquistano anche le attività quali le obbligazioni delle case islandesi. Questo dà rendimenti superiori e ha attirato molti investitori in valuta carry trade.

scenario attuale

Per la ripresa economica post-recessione, la Federal Reserve ha mantenuto i tassi di interesse a un livello basso, che è inaudito. Secondo questa politica, le piccole imprese ei consumatori possono ottenere fondi facile da prendere prestiti a un tasso di interesse artificialmente bassi. Ma gli investitori approfittare di questo e prendere in prestito ingenti somme di denaro, solo per investire in attività al di fuori del paese, che produrrà rendimenti molto più alti.

Supponiamo che il tasso di interesse per un prestito commerciale negli Stati Uniti è del 2% e lo stesso prestito in Australia è al 5%. Un investitore avrà un prestito a tasso di interesse del 2% negli Stati Uniti e scambiare il denaro in dollari australiani. Si procede quindi a investire il denaro in obbligazioni. Se non ci sono le fluttuazioni del mercato, questo commercio sarà a guadagnare un profitto del 3% senza di lui dover investire un solo centesimo del proprio.

Fattore di rischio

Carry trade potrebbe sembrare un modo molto interessante per fare una rapida Buck, ma ci sono molti fattori di rischio coinvolti che si dovrebbe essere a conoscenza. Il fattore più importante, naturalmente, è l’incertezza dei tassi di cambio. Nell’esempio di cui sopra, se il dollaro australiano si indebolisce o svaluta, riducendo le attività relative al prestito, l’investitore dovrà affrontare perdite sostanziali, e avrà ancora per ripagare il debito in dollari USA.

Pertanto, dovrebbe essere meglio lasciare a quei commercianti che possono far fronte con le eventuali perdite potenziali. Ora che sapete che cosa questo concetto è tutto, si può decidere per te stesso, se si dispone di quello che serve per investire in tale attività, o si dovrebbe attenersi a investimenti più conservativi.

Disclaimer: Questo articolo è solo a scopo di riferimento e non raccomanda direttamente eventuali scelte di investimento specifici.